#MedFish4Ever – Il nostro patrimonio, il nostro futuro. L’iniziativa della Commissione generale per la pesca nel Mediterraneo

Fotografia di © Unione europea, Commissione generale per la pesca nel Mediterraneo
Fotografia di © Unione europea, Commissione generale per la pesca nel Mediterraneo

Si chiama #MedFish4ever, ed è una nuova campagna per sollecitare il settore della pesca a risolverere una crisi da sfruttamento nel Mediterraneo che non ha precedenti. A presentarla nei aprile 2016 la Commissione Europea con Karmenu Vella, Commissaria Europea per l’Ambiente, la Pesca e gli Affari marittimi.

Il Wwf da parte sua ha accolto favorevolmente l’iniziativa, volta ad unire le forze per il futuro degli stock ittici e dei pescatori del Mediterraneo. “Il Mar Mediterraneo e’ in crisi, con il 93% degli stock ittici in sovrasfruttamento e tutti i trend in declino. Questa iniziativa europea giunge dunque in un momento critico. Solo se gli stakeholder agiranno tutti insieme, saremo in grado di costruire un nuovo futuro per gli stock ittici, rendendo sostenibile la pesca del Mediterraneo, ed aiutando i pescatori a garantirsi un futuro, grazie a mercati della pesca finalmente stabili nel tempo” ha detto Marco Lambertini, Direttore Generale Wwf International.

“Questa attenzione sul Mediterraneo e’ un segno di incoraggiamento che ci fa capire che l’attuazione della riformata PCP (Politica Comune della Pesca), e’ finalmente presa sul serio. Adesso gli Stati Membri devono aumentare i loro sforzi non solo per ottenere la completa implementazione della PCP stessa, ma anche per rendere effettive tutte le esistenti regolamentazioni in fatto di pesca” ha aggiunto Geneviève Pons, Direttore del Wwf European Policy Office.

Un Mediterraneo in pericolo

Le popolazioni ittiche nel Mediterraneo si stanno esaurendo e alcune sono addirittura sull’orlo dell’esaurimento. Nel complesso, il 93% degli stock ittici esaminati è risultato oggetto di sfruttamento eccessivo. La diminuzione degli stock è stata segnalata non solo dai pescatori, le cui catture sono via via diminuite, bensì anche dagli scienziati che hanno monitorato la situazione negli anni.

Si stima che nel Mar Mediterraneo vivano 10.000-12.000 specie marine. Tuttavia, questa straordinaria biodiversità è in grave pericolo, minacciata dall’inquinamento, dal cambiamento climatico ma, soprattutto, dall’eccessivo sfruttamento della pesca. Se si ritarda ulteriormente nell’intraprendere azioni comuni, potrebbero determinarsi danni irreversibili e l’esaurimento degli stock fondamentali, essenziali per il settore della pesca.

Il messaggio è chiaro: tutti dobbiamo assumerci la nostra parte di responsabilità. Tutti, compresi i consumatori, devono essere coinvolti se si vuole raggiungere un cambiamento concreto e duraturo, che dia nuovo slancio a una pesca sana e redditizia, non solo garantendo i posti di lavoro già esistenti, ma creandone altresì di nuovi.

#MedFish4ever è una priorità assoluta e condivisa. Il tuo contributo è essenziale in tutti i settori professionali, pubblico, non governativo o privato.

Si tratta di una piattaforma-vetrina delle azioni, che mostra il tuo impegno concreto. Con questi contributi, fungerà da esclusivo scambio di migliori pratiche e iniziative di successo. Unisciti a noi e inviaci le tue idee.

Scopri di più sull’iniziativa MEDFISH4EVER

Sorgente: © ANSA – Leggi l’articolo originale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...