L’acidificazione delle acque condiziona la riproduzione dei pesci

La fotografia di © pesceinrete.com

La riproduzione delle specie ittiche può essere condizionata dai livelli crescenti di anidride carbonica nell’atmosfera, matrice scatenante dell’acidificazione degli oceani.

Il team di ricercatori del professor Marco Milazzo, docente dell’Università di Palermo, che ha eseguito degli studi in prossimità di Vulcano, nelle Eolie, ha dimostrato proprio che l’aumento di CO2 disciolta nelle acque oceaniche hanno effetti notevoli sulla riproduzione del Symphodus ocellatus, più comunemente tordo ocellato.

Il metodo riproduttivo di questa specie vede il maschio dominante costruire nidi con frammenti di alghe, all’interno dei quali le femmine depongono le uova. Queste ultime diventano appannaggio della fecondazione di altri esemplari maschi. Maschi satelliti aiutano il maschio dominante nella protezione del nido, e in cambio ricevono una parte di uova da fecondare.

Lo studio, pubblicato su Royal Society Proceedings B, dimostra che mentre precedenti esperimenti avevano evidenziato conseguenze negative sulle funzioni sensoriali dei pesci, questi nuovi risultati parlano di modifiche nel comportamento riproduttivo di specie ittiche. Infatti, nelle aree con maggiori quantità di anidride carbonica, i maschi dominanti si riproducono meno, di circa due terzi.

Sorgente: © pesceinrete.com –  Leggi l’articolo in originale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...